Presso lo studio di Cuneo il Dott. Giovanni Botta offre sostegno psicologico e psicoterapia individuale, di coppia e con adolescenti.
Altro ambito di attività è quello che riguarda la supervisione per le “professioni di aiuto”.

Sostegno psicologico e Psicoterapia individuale

Una persona può arrivare a richiedere una consulenza psicologica o una psicoterapia sulla spinta di difficoltà, o situazioni di vita, che possono essere varie e molteplici.

Tutta la nostra vita è infatti un continuo susseguirsi di eventi e cambiamenti che possono metterci in crisi, o difronte ai quali le nostre abituali strategie per far fronte ai compiti evolutivi possono risultare inadeguate e inefficaci.

Ognuno di noi ha in sé le potenzialità e le risorse per poter trovare le soluzioni ai problemi che possono insorgere durante il corso della propria vita. Spesso tuttavia si verificano situazioni disfunzionali in cui continuiamo ad utilizzare soluzioni inadeguate ai problemi, vediamo o un’unica soluzione per un problema che può averne diverse o non ne vediamo nessuna.

Se si prolungano nel tempo, queste situazioni possono portare a un blocco nella crescita dell’individuo, e ci possiamo sentire smarriti, confusi, insoddisfatti.

In questi casi una consulenza psicologica e/o una psicoterapia individuale possono sostenere e riattivare la capacità dell’individuo di definire i propri bisogni e desideri, di individuare e attingere alle proprie risorse, e quindi di trovare le proprie soluzioni, le più adeguate per vivere con pienezza e soddisfazione la propria vita.

La terapia individuale è utile in tutti quei casi in cui l’individuo attraversi una particolare fase di vita (cambiamenti, matrimonio, lutto e perdita, abbandono, separazione, gravidanza, affido o adozione di un minore, malattia…) che comporta la ricerca di nuovi equilibri, o nelle situazioni in cui emergano vissuti di inadeguatezza, ansie, paure, che condizionano la quotidianità e le relazioni con gli altri significativi.

E’ uno spazio protetto, in cui la persona viene accolta con la sua sofferenza e allo stesso tempo sostenuta nell’essere consapevole dei propri bisogni, emozioni, potenzialità e risorse; è un tempo da dedicare a sé in cui poter parlare delle proprie difficoltà ed esperienze con una persona competente, presente, attenta e disponibile.

Sostegno psicologico e Psicoterapia di coppia

Ogni coppia è data dall’unione di due individui, ciascuno dei quali ha delle proprie esigenze di crescita personale.

Talvolta la crescita individuale di ciascuno dei due partner può non andare di pari passo con quella dell’altro, e questo può causare squilibri e tensioni all’interno della coppia.

In questi casi i due sono chiamati a trovare nuovi equilibri che permettano di conciliare lo stare insieme all’altro con la propria individualità, riuscendo così ad essere insieme coppia e individui. In alcuni momenti possono emergere difficoltà e incomprensioni che sono causa di forte malessere, sofferenza, delusione reciproca e astio nei partner.

Quando la conflittualità nella coppia diventa cronica, quando le ferite sono troppo dolorose ed è impossibile una qualsiasi forma di contatto, ogni dichiarazione sembra equivocata dall’altro e incompresa, e ci si chiude in evitamenti, sensi di colpa e silenzi, o peggio ancora vendette o aggressioni; diventa allora difficile riuscire a lasciarsi alle spalle le difficoltà e ricominciare a camminare insieme.

Generalmente in questi casi un’ulteriore difficoltà è data dal fatto che entrambi i membri resistono ad assumersi la propria responsabilità rispetto all’andamento della coppia, preferendo piuttosto dare la colpa all’altro, o pretendendo che sia il partner a cambiare un suo modo di essere anziché mettere in discussione i propri atteggiamenti.

Il conflitto cronico è mantenuto e alimentato da modalità comunicative disfunzionali e aggressive, da “giochi psicologici”, e i partner continuano a rinfacciarsi le reciproche “colpe” senza riuscire più a discutere tra loro.

Se ai problemi di coppia si aggiungono quelli relativi alla genitorialità, e all’educazione dei figli, tutto si complica creando ulteriori disagi.

Il sostegno psicologico e Psicoterapeutico prevede incontri con la coppia in tutte le situazioni di conflittualità e nei momenti di difficoltà legati a cambiamenti contingenti nella vita della coppia, rappresentando una modalità efficace per risolvere i problemi e conflitti che i due partner non riescono più a gestire da soli.

L’obiettivo non è tanto quello di tornare alla situazione che precedeva la crisi, ma piuttosto quello di sostenere il processo di coppia, di far si che i partner trovino insieme un nuovo equilibrio, e modalità più mature e consapevoli di incontrarsi, conoscersi e comunicare.

Un processo di terapia di coppia permette di raggiungere una conoscenza e una comprensione reciproca più profonda, autentica e intima; sviluppa e sostiene una maggiore disponibilità al dialogo, al sapersi ascoltare e quindi alla comunicazione reciproca dei propri bisogni ed emozioni, rispettando il punto di vista dell’altro. Riconoscendo che i conflitti sono inevitabili, e che allo stesso tempo esistono possibili e diverse soluzioni, si sviluppa all’interno della coppia una maggiore disponibilità e capacità di condivisione.

Anche quando la crisi ha come esito una separazione, un sostegno psicologico può essere una risorsa essenziale per mantenere adeguate e corrette modalità di comunicazione e relazione tra i partner, per facilitarne il dialogo e permettere una separazione “adulta” e matura; ciò diventa di fondamentale importanza quando la coppia ha dei figli che a vario titolo vengono coinvolti e toccati da questo processo di separazione.

All’interno di una terapia di coppia è possibile capire e sperimentare che è sempre possibile avere un dialogo anche quando si diventa consapevoli che non ci sono più possibiltà di un percorso comune.

La terapia di coppia, si svolge all’interno di un contesto “protetto”, con regole chiare e condivise, affinché sia efficace è necessario che entrambi i partner siano motivati a risolvere le loro difficoltà e a mettersi in “gioco”.

Sostegno psicologico e Psicoterapia con adolescenti

L’adolescenza è, all’interno della vita di un individuo, una fase di sviluppo critica, che comporta il passaggio dalla condizione di bambino a quella di adulto.

I vistosi e repentini cambiamenti fisici obbligano l’adolescente a ridefinire il proprio sé. Un corpo sempre di più, e ormai, adulto racchiude una struttura interiore estremamente fragile che è in pieno processo di sviluppo e crescita.

L’amore e l’erotismo possono irrompere con forza nella vita e nel mondo di un adolescente, spingendolo al confronto e alla curiosità nei confronti dell’altro sesso, nel tentativo di scoprire e definire la propria identità sessuale.

Se da un lato può essere molto forte la voglia di dare prova di sé, di dimostrare, e dimostrarsi, di poter farcela da solo e a modo proprio, dall’altro altrettanto forte può essere la paura di “lasciare il nido”, di non riuscire a farcela, e il senso di dipendenza dai genitori e dagli adulti in genere.

La difficoltà a mettere insieme e integrare queste due posizioni estreme può dar luogo a sensazioni ambivalenti e a un forte senso di ribellione verso tutto e tutti. Il desiderio di onnipotenza nel voler fare tutto ciò che si vuole e la forte messa in discussione e opposizione al mondo degli adulti possono indurre a non rispettare più le regole.

In una posizione di lontananza e opposizione rispetto agli adulti, con un senso di sé e un’identità molto fragili e in piena ri-strutturazione, in una situazione in cui facilmente può avere scarsa conoscenza e fiducia in sé stesso e nelle proprie risorse, l’adolescente rischia allora di trovarsi a vivere un forte senso di solitudine, incomprensione e smarrimento, avendo a disposizione poche, o addirittura nessuna, figure riconosciute come punti di riferimento, come guide.

Nel tentativo di costruire una propria identità, nonché di trovare sostegno e vicinanza, può diventare di forte rilievo la ricerca di appartenenza a un gruppo con cui potersi identificare e provare nuove esperienze, anche se questo spesso va a discapito della propria individualità.

L’adolescenza è certamente una fase della vita molto delicata che richiede attenzione e comprensione. Tra i problemi più comuni che possono svilupparsi in questa fase del ciclo di vita vi sono: insuccessi scolastici dovuti all’insorgere di disinteresse, problemi alimentari come anoressia e bulimia, sensazioni di incomprensione da parte delle figure genitoriali contro le quali si instaurano comportamenti aggressivi ed oppositivi.

Nel lavoro con gli adolescenti lo scopo è, a livello generale, quello di dare sostegno e aiuto affinché possano superare senza eccessive difficoltà questa fase della vita che si caratterizza per le notevoli e profonde trasformazioni corporee, cognitive, affettive e relazionali.

La terapia psicologico punta ad incrementare la fiducia in se stessi e il senso di sicurezza, attraverso il riconoscimento e lo sviluppo delle risorse e potenzialità personali; allo stesso modo altro aspetto importante é quello di sostenere l’individuo nel riconoscimento e nell’espressione dei propri bisogni ed emozioni.

Altra area di intervento importante rispetto alle tematiche tipiche dell’adolescenza è quella del sostegno alla genitorialità. Lo scopo è quello di supportare i genitori nell’assolvimento della propria funzione educativa, aiutandoli ad individuare le risorse personali e delle modalità efficaci di entrare in relazione con i propri figli, di sostenerne lo sviluppo psicologico ed affettivo.

Supervisione per le “professioni di aiuto”

Tutte le professioni degli ambiti sociale, assistenziale, sanitario ed educativo, fanno parte delle cosiddette “professioni di aiuto”, e in quanto tali richiedono competenze in particolar modo sul piano relazionale ed emotivo. L’interazione stretta e continuata con utenti portatori di atteggiamenti e comportamenti spesso “problematici”, frequentemente genera sentimenti di frustrazione e impotenza.

Ciò rende necessario che gli operatori possano fare affidamento su professionisti che ne accolgano le preoccupazioni, i vissuti profondi e le emozioni, che li sostengano e accompagnino nel processo di elaborazione delle situazioni che si trovano ad affrontare nella quotidianità lavorativa, e con i quali potersi confrontare allo scopo di migliorare i rapporti e risolvere le difficoltà.

Attraverso la supervisione viene offerto supporto e indicazioni utili agli operatori che nella loro attività si trovano ad affrontare situazioni e vissuti complessi.

Il servizio è offerto sia nella modalità di lavoro in piccoli gruppi che in sessioni individuali.